• Seguici sui canali social

"L'Aria sul Viso": un crowdfunding per seguire la bergamasca Martina Caironi alle Paralimpiadi di Rio

"L'Aria sul Viso": un crowdfunding per seguire la bergamasca Martina Caironi alle Paralimpiadi di Rio

24 sono i giorni che mancano alle Olimpiadi di Rio 2016.

57 sono i giorni all'avvio del campionatio Paralimpico 2016.

21 sono i giorni che mancano per realizzare un sogno. Un sogno chiamato L’Aria sul Viso.

L’Aria sul Viso è un documentario prodotto da Oki Doki Film che racconta i mesi di attesa e di preparazione alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro di Martina Caironi, bergamasca d’origine, nonchè atleta con le protesi più veloce del mondo.
Per completare il progetto, Oki DOki Film ha attivato una campagna di crowdfunding che permetterà alla troupe di seguire Martina a Rio de Janeiro per tutta la durata delle competizioni.

Martina nel novembre 2007 è rimasta coinvolta in un incidente con un pirata della strada che le ha causato l’amputazione della gamba sinistra all’altezza del ginocchio.
Frequentando uno dei migliori centri specializzati nella costruzione di protesi a Budrio, in provincia di Bologna, nasce l’amore per l’atletica.
In pochissimo tempo diventa una campionessa, conquistando prima il titolo italiano e poi quello mondiale nel 2011 nei 100 metri piani. Nel 2012 vince la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Londra nei 100 metri piani categoria T42, scendendo per la prima volta sotto i 16’.
Dal 2012 è membro delle Fiamme Gialle, il gruppo sportivo della Guardia di Finanza. Nel 2013 conquista la medaglia d’oro nei 100 metri piani e nel salto in lungo categoria T42 ai Mondiali Paralimpici di Lione e nel 2015, ai Mondiali Paralimpici di Doha, vince la medaglia d’oro nei 100 metri piani, battendo il proprio record, e conquista la medaglia d’argento nel salto il lungo.

Simone Saponieri, emergente regista bergamasco e grande amico di Martina, ha condiviso con la società di produzione audiovisiva, multimediale e cinematografica Oki Doki Film l’urgenza di realizzare un documentario sul percorso e la preparazione atletica ed emotiva della campionessa verso l’importante traguardo di Rio 2016, con l’obiettivo di far conoscere al pubblico Martina come atleta e come persona.

L’ Aria sul Viso racconta i mesi di attesa e preparazione di Martina alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, che si terranno nel settembre 2016.
Martina, oggi, del resto è un’atleta straordinaria: ha fatto di una passione una carriera, si è trasferita da Bergamo a Bologna per allenarsi con ancora maggiore impegno e concentrazione, e dopo la vittoria alle Paralimpiadi di Londra nei 100 metri e i ripetuti record, la sfida che la attende ora è ancora più difficile, quella di confermarsi nella sua specialità e di tentare un’accoppiata che sarebbe storica, ovvero gareggiare e vincere anche con il salto in lungo.
Il film racconta la preparazione atletica ed emotiva di Martina attraverso il suo rapporto con le persone che le sono più vicine: con l’ausilio di interviste intime, raccolte, simili a confessioni private, si entrerà nel mondo di Martina grazie alla voce dei coinquilini di Bologna, degli allenatori, dei compagni di allenamento, della famiglia e degli amici. E di Martina stessa: la sua “voce” infatti sarà una piccola videocamera da portare sempre con sé, a cui lasciare pensieri, riflessioni, emozioni…insomma, una sorta di video-diario intimo, aggiornato da Martina ogni qualvolta vorrà. Se vorrà.
Il documentario si permea e si alimenta così di sguardi e prospettive diverse, arricchito da materiali complementari che permettono alla storia e al tessuto narrativo di modellarsi anche in maniera indipendente dalla volontà originaria e contestuale del regista.

L’Aria sul Viso è un vento forte che ci sfida quando corriamo ma è anche un soffio leggero mentre, fermi e concentrati, attediamo il futuro.

Orobiando sostiene e condivide questo progetto ambizioso e ricco di speranza: la storia di Martina è un esempio di straordinaria energia, tenacia e forza di volontà, che lei dimostra in ogni gara e in ogni apparizione pubblica.

La determinazione di Martina è evidente anche dalla sfida che si è posta per le Paralimpiadi di Rio, dove tenterà di gareggiare e vincere in due specialità: i 100 metri e il salto in lungo.

Il progetto di Oki Doki Film è iniziato in autunno ed è partito proprio da Bergamo per conoscere la famiglia, gli amici di sempre e il primo allenatore. E' proseguito poi a Bologna, dove Martina si è trasferita da qualche anno per allenarsi con maggiore impegno e concentrazione. Da qui a Budrio, città che ospita il migliore centro protesi d’Europa e l’azienda leader nel settore delle protesi da cammino, poi a Grosseto, dove quest’anno si tengono sia i Grand Prix che i Campionati Europei ed infine a Roma, città dove più volte Martina viene invitata come testimonial di sport e di vita.
Insomma la troupè di Oki Doki Film ha girato mezza Italia… ma per riuscire a completare il viaggio del film,  manca la destinazione più importante, speciale e magica: Rio de Janeiro!

Per raggiungere questo obiettivo, Oki Doki Film ha attivato una campagna di crowdfunding per seguire i dodici giorni delle Paralimpiadi, dal 7 al 18 settembre sin dalla cerimonia di apertura dove Martina sarà portabandiera per l’Italia!
Simone, Michele e Riccardo hanno bisogno di noi per realizzare il sogno e completare il documentario L'Aria sul Viso.

Tutti i giorni Martina si sveglia, indossa la sua protesi e vive la sua vita come se nulla fosse, condendo il tutto con la simpatia di una ragazza solare e piena di energie.
Ama sfruttare il tempo che ha dedicandosi a tutto ciò che la fa star bene.

Martina rappresenta con orgoglio la terra orobica, l’Italia, la voglia di rivincita.
Sosteniamola!

DONA QUI >>> https://www.produzionidalbasso.com/project/laria-sul-viso/