• Seguici sui canali social

L'essenza orobica del Tagliaferri

Rifugio Tagliaferri

L'essenza orobica del Tagliaferri

Il Rifugio Nani Tagliaferri si trova a 2328 m slm e per raggiungerlo ci vogliono almeno 3 ore e mezza con un passo amatoriale, partendo da Ronco di Schilpario in cima alla Valle di Scalve. Il primo tratto si snoda nel bosco e risale il corso del fiume Vo' accompagnati dal fragore delle acque che si infrangono sulle rocce, poi, passate le cascate, ci si affaccia su Venano di Mezzo dove la valle si apre e regala una cartolina orobica di rara bellezza.

La conca di Venano di Sopra, si trova a 400 m di quota in più, passato il ponticello di legno; lì, il profumo dei fiori di campo si mischia alla profondità del panorama, che lascia intravedere persino la Presolana!

La fatica ed il sudore vengono ampiamente ripagati quando al Rifugio ad accoglierti c'è Francesco Tagliaferri, un uomo di una gentilezza immensa che, insieme al suo staff, ti fa sentire a casa!
La terrazza esposta a sud è il valalla dell'escursionista con la sua vista mozzafiato che abbraccia la Val di Scalve sino alla Cordigliera delle Ande! La tranquillità e la pace dei sensi che si possono raggiungere consumando un pasto qui, sono sensazioni da provare e da vivere in prima persona.

Il rifugio, autosufficiente dal punto di vista energetico grazie ad un impianto eolico e ad uno fotovoltaico, è intimo, caldo ed in armonia con l'atmosfera che vi si respira: una sala da pranzo che racconta storie d'altri tempi, una cucina ben organizzata sforna piatti di profonda tradizione orobica come le scaloppine alla Venano o il cus d'agnello. Le stanze sono organizzate con letti a castello comodi, i bagni sono essenziali. Si può persino fare climbing sulla parete di fronte al Rifugio, dove per altro è possibile chiedere in prestito l'attrezzatura, ma le scarpette ve le dovete portare da casa! Infine, come se non bastasse, scollinando verso nord proprio dietro il Rifugio, ci si affaccia sulla Valtellina e sulla diga di Frera ed il Lago di Belviso, per un altro panorama sorprendente. 
 
Il Rifugio Tagliaferri rappresenta una tappa fondamentale per qualsiasi escursionista desideroso di conoscere le Orobie fino in fondo in quanto, oltre a garantire un elevato standard di accoglienza, si colloca in un ambiente naturale lontano anni luce dalla quotidianità, eppure così alla portata di tutti: staccare la spina è possibile al Tagliaferri, ricaricare le pile pure! E in omaggio, si fa pure il pieno di Botep™!